La convivenza civile si fonda sull’esistenza di regole che consentono lo svolgersi della vita senza prevaricazioni o soprusi. Le regole …. una volta legittimamente poste vanno rispettate e fatte rispettare senza spazio alcuno per interpretazioni sulla loro opportunità e, perfino, giustizia, pur potendo sempre essere legittimamente modificate. Diversamente si creerebbero pericolosi varchi all’arbitrio o alla mera convenienza che nella sostanza negherebbero il diritto, con conseguente grave vulnus per la credibilità dell’intero sistema civile al cui presidio le regole sono poste e con correlata caduta di affidabilità nella capacità ripristinatoria dell’ordine civile  violato.